Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Falsa testimonianza durante le indagini sui vaccini ad amici e parenti, indagato il direttore dell'Asl To5

Fatti risalenti al periodo in cui guidava l'Usl Valdostana

Angelo Pescarmona, direttore generale dell'Asl To 5 di Chieri e Moncalieri, è indagato dalla procura di Aosta con l'accusa di falsa testimonianza nell'ambito dell'indagine sui vaccini anticovid somministrati a parenti e amici di alcuni dirigenti sanitari e politici valdostani lo scorso marzo 2021, quando era commissario straordinario dell'Usl di Aosta. Pescarmona, secondo quanto ricostruito dai magistrati, non avrebbe avuto alcun ruolo diretto nella vicenda (ossia non avrebbe consentito a nessun amico o parente di vaccinarsi prima di coloro che ne avevano diritto) ma, quando fu sentito dai carabinieri del nucleo antisofisticazione sanità (Nas) di Aosta, che avevano condotto l'indagine, avrebbe dato una ricostruzione non veritiera di quanto accaduto rendendo "arduo", come scrivono i magistrati, l'accertamento dei fatti. "Sono molto sereno - ha commentato Pescarmona - e disponibile a collaborare con la magistratura. Al momento posso dire che tutto è stato fatto nel rispetto delle procedure esistenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falsa testimonianza durante le indagini sui vaccini ad amici e parenti, indagato il direttore dell'Asl To5

TorinoToday è in caricamento