menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uber, mano tesa ai tassisti: "Chiediamo integrazione alla legge regionale"

Rolando, portavoce della categoria taxi: "Sono felice di aver riscontrato da parte del Presidente e dell'assessore Balocco una capacità d'ascolto assoluta"

Integrare l'attuale legge regionale in materia con un breve riferimento che prenda atto dell'evento di nuove piattaforme tecnologiche (le cosiddette app) che devono necessariamente operare nella legalità. E' quanto chiesto ieri dalla categoria taxi all'incontro svoltosi presso gli uffici di piazza Castello alla presenza del Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, dell'assessore regionale ai Trasporti Balocco e dell'avvocato della Regione Piemonte.

"Abbiamo proposto che la legge includa il fatto che chiunque operi nei tpl non di linea nella nostra Regione lo faccia nel pieno rispetto delle regole - afferma Federico Rolando, portavoce della categoria taxi - e che quindi anche le app di lancio corse possano operare solo se si rivolgono a operatori legali con requisiti riscontrabili, immettendosi nel mercato già esistente e attualmente contingentato".

Un punto di partenza, insomma, alla luce di quanto espresso dal Tribunale di Milano lo scorso 25 maggio, il cui giudice ha ricosciuto l'illegittimità di Uber Pop; un modo per mettere su carta quanto le numerose vicende e fatti di cronaca hanno riscontrato fino a oggi.

La categoria taxi, infatti, sarebbe disposta a dare il benvenuto nel mercato medesimo a chiunque, a patto che operi all'interno dell'attuale legislatura in materia, con particolare riferimento al lancio corse tramite app, come Uber Pop: saranno successivamente tassisti e Ncc a scegliere di chi e cosa servirsi.

Un incontro, quello svoltosi ieri alla presenza del governatore Chiamparino che, secondo Federico Rolando, rappresenta un punto fondamentale per una futura collaborazione: "Sono felice di aver riscontrato da parte del Presidente e dell'assessore Balocco una capacità d'ascolto assoluta - continua Rolando -. L'assessore, peraltro, si è dimostrato particolarmente concreto nel recepire i pareri della delegazione sindacale e si è riservato un approfondimento sulle proposte di alcune integrazioni all'attuale legge regionale relativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento