Palazzo del Lavoro, il comitato di quartiere "Italia '61" incontra il vicesindaco

Tema centrale dell'appuntamento la riqualificazione e l'impatto della sua futura rivitalizzazione sul quartiere Nizza

Il Comitato Italia ’61 è stato accolto oggi pomeriggio nell’ufficio dell’assessorato all’Urbanistica, in via Meucci, 4,per un incontro interlocutore con il vicesindaco Guido Montanari sul tema del Palazzo del Lavoro. A fine luglio erano stati ricevuti i componenti del Comitato Dora Spina 3, del Comitato Pietro Micca, Forum Salviamo il Paesaggio Torino e delle Associazioni Pro Natura, Italia Nostra e Lega Ambiente.

Tema centrale dell’appuntamento di oggi la riqualificazione del Palazzo del Lavoro e l’impatto della sua futura rivitalizzazione sul quartiere Nizza, in un contesto urbano prettamente residenziale ‘porta di accesso’ alla città di notevole valore ambientale e di prestigio – per la presenza del Campus Ilo, ma che necessita di una ricucitura dei giardini circostanti con il parco fluviale del Valentino e di soluzioni adeguate in fatto di parcheggi e di sistemazione complessiva.

Montanari ha sottolineato come sia importante e strategica per Torino la valorizzazione dell’edificio progettato dall’architetto Pierluigi Nervi e costruito in occasione del centenario dell’Unità d’Italia, rilevando l’inadeguatezza della scelta di fare un grande centro commerciale e la necessità di rivedere l’intero progetto a partire dalla prossima pronuncia del Tar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Tragedia alla fermata a Torino: colpito da un malore, morto sotto gli occhi di numerose persone

  • Primark apre a Le Gru: in arrivo il marchio che fa impazzire le adolescenti di tutto il mondo

  • Dieci le attività di ristorazione che hanno aperto a Torino e provincia: scattano multe e chiusure

Torna su
TorinoToday è in caricamento