rotate-mobile
Cronaca Ivrea

Cultura della legalità nelle scuole, in cattedra ci sono i carabinieri

Durante gli incontri con gli studenti, sono stati affrontati diversi argomenti: dallo stalking al femminicidio, dal cyberbullismo alla sicurezza stradale

Proseguono gli incontri dei carabinieri nelle scuole. Nell'ambito dei contributi dell'arma alla formazione della "Cultura della legalità", i militari della compagnia di Ivrea hanno incontrato, nei giorni scorsi, complessivamente 650 studenti di vari istituti scolastici. Nello specifico gli incontri si sono tenuti presso il liceo scientifico “Gramsci” di Ivrea, l' i.i.s. “Olivetti” di Ivrea, liceo classico “Botta” di Ivrea e l'i.t.i.s. “XXV Aprile” di Cuorgnè. 

Il comandante della Compagnia carabinieri di Ivrea e i comandanti delle stazioni carabinieri di Ivrea e di Cuorgnè, durante le conferenze, hanno parlato di legalità, con i suoi riflessi nella vita di tutti i giorni, di femminicidio e stalking, di sicurezza stradale nonché dell’uso consapevole di internet. Si è parlato anche di bullismo e cyberbullismo, un fenomeno purtroppo in crescita negli ultimi tempi.

 Secondo i dati forniti dal Telefono Azzurro, emerge che tra il 2015 e il 2016, gli episodi gestiti di cyberbullismo sono stati 270, il 55% dei quali riguarda il Nord Italia e nel 70% dei casi, le vittime sono le ragazze, soprattutto adolescenti. Ma non sono rari purtroppo i casi di cyberbullismo che coinvolgono i preadolescenti.

Durante gli incontri con i militari nelle scuole, sono stati anche illustrati i compiti dell’arma dei carabinieri e i reparti su cui è strutturata.Le conferenze proseguiranno nei prossimi giorni in altri istituti scolastici del Canavese.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura della legalità nelle scuole, in cattedra ci sono i carabinieri

TorinoToday è in caricamento