Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Provochi un incidente? i vigili ti sequestrano lo smartphone o il tablet

Sempre a Torino un uomo è stato beccato dalla polizia locale mentre guidava con una mano uno scooter e con l'altra tentava di catturare Pokemon

Per tentare di diminuire il numero di incidenti lungo le strade si cercherà, d’ora in poi, di toccare le tasche dell’automobilista. Non nel senso economico ma in quello materiale. Come? Sequestrando smartphone e tablet a chi provocherà un sinistro.

Il primo caso è avvenuto a Torino dove il nucleo di investigazione scientifica della polizia municipale ha ritirato e analizzato gli apparecchi tecnologici in uso ad un cittadino per capire se al momento del sinistro stesse utilizzando, o meno, il telefono. E sempre a Torino un uomo è stato beccato dalla polizia locale mentre guidava con una mano uno scooter e con l'altra tentava di catturare Pokemon.

Il progetto, in sintesi, è questo. Si va dalle campagne mirate, vigili in borghese o sulle moto per bloccare gli automobilisti mentre scrivono un whatsapp, fino al sequestro dello smartphone per verificare se durante l’incidente che ha provocato vittime o feriti il presunto responsabile stesse “giocando” con il telefonino.

Un progetto che piace molto al Viminale: le ultime statistiche vedono infatti lo smartphone come una delle principali cause di incidenti (Nella capitale il record delle multe per l’infrazione: 24mila nei primi 8 mesi dell’anno. A Milano meno di 2mila). A Torino nel giro di cinque anni si è passati da poco più di 4 mila a circa 5 mila multe all’anno. Nel mese di agosto si è arrivati a 423 violazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provochi un incidente? i vigili ti sequestrano lo smartphone o il tablet

TorinoToday è in caricamento