Cronaca Corso Casale

Velocità folli in corso Casale. I residenti protestano: "Basta incidenti"

Chi abita in corso Casale vuole gli impianti semaforici accesi anche di notte. Ma i problemi riguardano persino via Botticelli. La luce verde del semaforo dura troppo poco

Semafori accesi di notte per scongiurare il rischio incidenti e limitare gli amanti delle alte velocità. E’ questa la richiesta dei residenti di corso Casale che hanno deciso di avviare una petizione per far sentire la loro voce. Di sera, infatti, il corso si trasforma in un autodromo con grossi problemi per i pedoni che cercano di attraversare la strada.

Il quartiere Madonna del Pilone chiede una nuova regolamentazione per gli impianti durante le ore della mattina e del pomeriggio. "Il Comune deve lasciare accesi i semafori fino a tarda notte, soprattutto durante i giorni festivi dove il rischio incidenti è più alto" dichiara Mauro, un residente. Problema che sarà oggetto di un’interpellanza del capogruppo della Lega Nord della Sette Daniele Moiso. "Le auto viaggiano a tutta velocità – dichiara Moiso -. Per questo sarebbe il caso di ripristinare l’impianto semaforico anche nelle ore notturne".

Su corso Casale, però, c’è anche il problema degli attraversamenti pedonali. Il tratto di strada pericoloso sarebbe quello confinante con il giardino Fausto Coppi. Un’area verde ricca di attrezzature da gioco e per questo molto frequentata durante le ore del giorno da bambini e nonni. "Non chiediamo tanto ma per la sicurezza di chi si reca da un marciapiede all’altro sarebbe il caso di aggiungere delle strisce – spiega Giovanna, una residente -. Magari bianche e rosse in modo da essere ben visibili dalle auto che sfrecciano a tutta velocità".



Anche attraversare via Botticelli sulle strisce pedonali è diventata un'impresa ardua. Il semaforo, infatti, emette luce verde per soli cinque secondi mentre il rosso dura quattro volte tanto. Automobili e moto, manco a dirlo, sfrecciano ignorando persino la presenza di un comando di polizia. Nemmeno i numerosi incidenti avvenuti nell'ultimo anno sono serviti a smuovere le istituzioni. "Non possiamo andare avanti così – spiegano i pensionati – L'impianto semaforico va controllato per permettere a noi cittadini di attraversare la strada senza il timore di essere investiti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velocità folli in corso Casale. I residenti protestano: "Basta incidenti"

TorinoToday è in caricamento