Donna morta nell'incidente: il conducente era ubriaco e drogato

Denunciato per omicidio stradale

La Fiat Bravo su cui è morta Antonella Crestetto

Era ubriaco e drogato il conducente della Fiat Bravo su cui è morta Antonella Crestetto, 42enne di Castellamonte, la notte di ieri, giovedì 24 agosto 2017, a Cintano.

L'incidente, hanno accertato i carabinieri della compagnia di Ivrea dopo gli esami tossicologici effettuati in ospedale, è collegato all'alta velocità del veicolo e all'alterazione psicofisica del suo conducente, un 26enne italiano di Castellamonte. Il suo tasso alcolemico era infatti di 2,4 grammi per litro di sangue, ossia quasi cinque volte il limite di legge fissato a 0,5. Nel sangue sono state trovate anche tracce di cannabinoidi.

Antonella Crestetto è morta per caso. Dopo avere partecipato a un'iniziativa degli alpini a Castelnuovo Nigra aveva chiesto un passaggio al ragazzo per arrivare a casa da compagno e figli più in fretta. Si era fidata.

L'uomo è stato denunciato per omicidio stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

Torna su
TorinoToday è in caricamento