Incidente fra tre auto in tangenziale: uno dei conducenti era ubriaco, due feriti in ospedale

Denunciato e patente ritirata

L'Alfa Romeo 147 che ha provocato l'incidente: il conducente era ubriaco

Un ubriaco al volante ha provocato un incidente in tangenziale sud, in cui due persone sono rimaste ferite, a Beinasco, la notte di ieri, domenica 14 aprile 2019.

Intorno alle 5, al km 17+600, in direzione nord Milano-Aosta, si sono scontrate un Alfa Romeo 147 (rimasta completamente distrutta), un'Alfa Romeo Giulietta e una Mercedes. Ad avere la peggio sono stati i due uomini a bordo di quest'ultima auto, un 44enne italiano di Alpignano e un 26enne italiano, che sono stati trasportati in ambulanza all'ospedale Cto di Torino. Le loro condizioni non sono comunque gravi. Illese, invece, le quattro persone a bordo della Giulietta, tutte residenti a Monza.

Illeso anche il conducente della 147, un 26enne italiano di Rubiana, che è stato sottoposto all'alcoltest risultando positivo con valori superiori a 0,8 grammi di alcol per litro di sangue. Il ragazzo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza dalla polizia stradale di Torino, che ha rilevato l'incidente, e la patente gli è stata immediatamente ritirata.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento