menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo 'stop' invisibile di piazza Chironi: "Ma non doveva già esserci?"

Il tratto in questione è quello nell'incrocio tra via Borgomanero e via Asinari di Bernezzo. Dopo l'ultimo incidente avvenuto il vice presidente della Sala Rossa ha fatto notare come manchi ancora il segnale di "stop"

Dopo l'ennesimo incidente avvenuto nell'incrocio tra via Asinari di Bernezzo e via Borgomanero, all’imbocco di piazza Chironi, il vice presidente del Consiglio comunale di Torino, Silvio Magliano, è tornato su un argomento che da diverso tempo - a detta sua - dovrebbe essere storia chiusa. La questione si focalizza sulla pericolosità dell'incrocio e sulla mancanza di un segnale di stop che invece avrebbe dovuto già essere installato.

"Quattro mesi fa l’Assessore Lubatti aveva affermato che il segnale di stop nel pericoloso incrocio era stato già installato - precisa Magliano -, ma il segnale ancora non c’è". Incidente, l'ennesimo, e traffico, tanto. "Sono dovuti intervenire i vigili urbani per districare l’ingorgo di traffico e la matassa della dinamica del 'solito' incidente".

Quel tratto pericoloso non è passato inosservato nemmeno agli occhi di residenti e commercianti che hanno scritto sia all'amministrazione, sia alle forze dell'ordine, chiedendo che vengano presi provvedimenti. "Gli incidenti ormai hanno cadenza periodica - evidenzia ancora Magliano -, perché la viabilità in piazza Chironi è complicata, perché via Asinari di Bernezzo e via Borgomanero sono molto utilizzate da chi cerca di sfuggire al traffico dell’ora di punta, perché in via Asinari, che ha la precedenza, transitano anche mezzi GTT della linea 65. Serve un cartello di stop".

Secondo il coordinatore cittadino del Pdl, l'assessore alla Viabilità Lubatti avrebbe affermato che il cartello in questione sarebbe già stato installato lo scorso 4 luglio. "Invece niente - chiosa - siamo a fine ottobre e dello stop nessuna traccia. Capisco che la Giunta ha altri dilemmi, dallo Csea ai Murazzi, ma dobbiamo proprio aspettare che succeda qualcosa di veramente grave e intanto alimentare l’esasperazione e la sfiducia nei cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento