Venerdì, 17 Settembre 2021
Incidenti stradali Cenisia / Via Borsellino, 17

Monopattino finì contro il portellone del bus lasciato aperto: è stato risarcito. L'incidente a Torino Cenisia

La storia dei ladri era stata inventata

La scena dell'incidente avvenuto in via Borsellino il 6 dicembre 2019

Non c'era nessun ladro la sera del 6 dicembre 2019, quando un monopattinista andò a sbarrere contro il portellone di un bus lasciato aperto in via Borsellino a Torino, rimanendo ferito in modo grave. È la conclusione a cui sono arrivati gli agenti della polizia locale, che hanno concluso le indagini sull'incidente.

È stato accertato che la responsabilità per le gravi lesioni subite dal ragazzo erano da attribuirsi esclusivamente ai due autisti che avevano lasciato aperto il portellone in posizione insidiosa, esattamente perpendicolare alla fiancata del mezzo. L'avvocato Matteo Bonatti dello studio legale Bonatti Sattanino è riuscito ad intavolare una trattativa risarcitoria con la società assicurativa della compagnia estera di trasporti da cui dipendeva l'autobus e a ottenere il risarcimento integrale dei danni senza neanche aprire una causa civile.

"Si tratta - dice il legale - di un importante precedente per due ragioni: innanzitutto perché si è riuscito a ottenere un risarcimento integrale per un urto avvenuto nei confronti di un mezzo fermo in sosta grazie alla condotta negligente del conducente che lasciava il portellone aperto che aggettava sulla strada poco o per nulla visibile; secondo perché si trattava di uno dei primissimi casi di incidente riguardante un monopattino, peraltro nel periodo in cui a Torino era in vigore una normativa sperimentale e provvisoria per la loro circolazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monopattino finì contro il portellone del bus lasciato aperto: è stato risarcito. L'incidente a Torino Cenisia

TorinoToday è in caricamento