menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Skoda subito dopo l'incidente

La Skoda subito dopo l'incidente

Bimbo rimasto ucciso nel rally a Coassolo: nove persone indagate

Si tratta di cinque organizzatori, di pilota e navigatore dell'auto uscita di strada e dei genitori della vittima

Sono nove gli indagati dalla procura di Ivrea per la tragedia del rally Città di Torino in cui sabato 27 maggio 2017, a Coassolo, è rimasto ucciso il piccolo Aldo Ubaudi, di appena sei anni, investito da un'auto in corsa uscita di strada. Il pm Ruggero Crupi contesta a tutti il reato di omicidio colposo.

Si tratta di cinque organizzatori del rally, di Cristian Milano e Luca Pieri, rispettivamente pilota e navigatore della Skoda protagonista dell'incidente, e dei genitori del bambino, Giacomino Ubaudi, 45 anni, e Valeria Roci Pellino, 37 anni.

Oltre all'ipotesi che il bambino stesse seguendo la corsa con i genitori in un punto vietato, suffragata dai cartelli trovati sul posto, gli investigatori valuteranno i profili dell'efficienza dell'organizzazione, delle condizioni del circuito e dello stato dell'equipaggio del veicolo, che è stato sequestrato.

Milano ha avuto un malore e ha affrontato la curva a gomito a destra a una velocità di 90 chilometri l'ora, mentre solitamente questo avviene ai 40. Ha urtato un muretto e la vettura è uscita di strada impazzita travolgendo il bambino rimasto ucciso e i suoi genitori, feriti. Illeso il fratellino della vittima, di appena tre anni.

Questo il video amatoriale della tragedia diffuso dalle autorità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento