La madre morì nello scontro frontale: lei rischia la condanna

Secondo la procura è responsabile

La Nissan Juke su cui viaggiavano l'imputata e sua madre, Gelsomina Vairo, vittima dell'incidente

Un anno e due mesi di reclusione per l'incidente stradale in cui perse la vita sua madre. E' la pena richiesta nella mattinata di oggi, lunedì 19 febbraio 2018, dalla procura di Ivrea, per una 51enne italiana residente a Rueglio.

La donna, secondo quanto è risultato dal processo, sarebbe la responsabile dello scontro frontale avvenuto il 12 agosto 2015 sulla provinciale 69 a Lessolo, in cui restò uccisa Gelsomina Vairo, 78enne anche lei di Rueglio. Secondo l'accusa avrebbe compiuto una manovra azzardata. Da qui l'imputazione per omicidio stradale.

Secondo i consulenti della difesa le prove non sono sufficienti a stabilire che vi fosse stata un'unica responsabilità dell'incidente e che, anche se fosse stata la vettura dell'imputata a provocarlo, non sia stata tenuta in considerazione la velocità del secondo veicolo.

La sentenza dovrebbe essere pronunciata a giorni.

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Terremoto in tarda serata, trema mezza provincia ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento