La madre morì nello scontro frontale: lei rischia la condanna

Secondo la procura è responsabile

La Nissan Juke su cui viaggiavano l'imputata e sua madre, Gelsomina Vairo, vittima dell'incidente

Un anno e due mesi di reclusione per l'incidente stradale in cui perse la vita sua madre. E' la pena richiesta nella mattinata di oggi, lunedì 19 febbraio 2018, dalla procura di Ivrea, per una 51enne italiana residente a Rueglio.

La donna, secondo quanto è risultato dal processo, sarebbe la responsabile dello scontro frontale avvenuto il 12 agosto 2015 sulla provinciale 69 a Lessolo, in cui restò uccisa Gelsomina Vairo, 78enne anche lei di Rueglio. Secondo l'accusa avrebbe compiuto una manovra azzardata. Da qui l'imputazione per omicidio stradale.

Secondo i consulenti della difesa le prove non sono sufficienti a stabilire che vi fosse stata un'unica responsabilità dell'incidente e che, anche se fosse stata la vettura dell'imputata a provocarlo, non sia stata tenuta in considerazione la velocità del secondo veicolo.

La sentenza dovrebbe essere pronunciata a giorni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento