Pirata della strada investe una bici e fugge: gli agenti scoprono che è una nonna

Denunciata e veicolo sequestrato

immagine di repertorio

Una 19enne italiana è stata investita mentre andava in bicicletta nel pomeriggio di oggi, venerdì 3 agosto 2018, attraversando via Alfieri a Orbassano. A travolgerla una Fiat Panda che ha proseguito la corsa senza fermarsi sotto gli occhi di numerose persone.

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.40 e la ragazza non si è fatta praticamente nulla: è stata medicata al pronto soccorso dell'ospedale San Luigi e dimessa con una prognosi di cinque giorni.

La sorpresa, per gli agenti della polizia locale che hanno indagato sull'accaduto, è arrivata quando si sono accorti di chi fosse il pirata della strada: un'italiana di 79 anni residente in città.

A inchiodarla sono stati non solo numerosi testimoni, ma anche le telecamere di sorveglianza presenti nella zona. Quando gli agenti sono andati a casa sua hanno notato che la panda presentava sulla carrozzeria i segni inequivocabili dell'urto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna non ha saputo spiegare per quale motivo non si sia fermata. Ha evitato l'arresto per l'età e le lesioni non gravi ma è stata comunque deninciata per omissione di soccorso. E' stata segnalata in prefettura per la revoca della patente. Il mezzo è stato posto sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus, nuova stretta della Regione: chiusi uffici pubblici e studi professionali fino al 3 aprile

Torna su
TorinoToday è in caricamento