Non si ferma all’alt della polizia, fugge poi si schianta con la moto: morto

Scappato a piedi il passeggero che è stato raggiunto dai poliziotti

Immagine di repertorio

Alessio Andreetto, 33 anni, è morto oggi pomeriggio, sabato 27 aprile 2019, in corso Orbassano. Non si è fermato all’alt dei poliziotti ed è andato a schiantarsi, a bordo della sua moto, contro un’auto in sosta. 

L’incidente

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, in corso Orbassano, hanno intimato l'alt per un controllo a due uomini in moto, ma questi anziché fermarsi si sono dati alla fuga. Ne è nato un inseguimento durante il quale il passeggero ha abbandonato il motoveicolo ed è scappato a piedi mentre il conducente ha proseguito la sua corsa a folle velocità in direzione Beinasco, andando poi a collidere contro un’autovettura in sosta. Raggiunto dai sanitari del 118, il 33enne è morto durante la corsa in ospedale.

Il motoveicolo, intestato al conducente, risultava privo di copertura assicurativa. Il passeggero è stato raggiunto e identificato dagli agenti della squadra volante. Ha raccontato loro che avevano bevuto prima che l'uomo, risultato senza patente, si mettesse alla guida della moto. Da accertamenti successivi è emerso che entrambi avevano precedenti di polizia.

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

Torna su
TorinoToday è in caricamento