Morto nell'incidente in ambulanza, i familiari chiedono giustizia

Indagine per omicidio colposo

Michele Roscio, 74 anni, morto nell'incidente

Chiede giustizia la famiglia di Michele Roscio, il pensionato 74enne residente in borgata Piandane di Pertusio morto a poche centinaia di metri da casa ieri, mercoledì 27 dicembre 2017, mentre veniva trasportato in ospedale in ambulanza in seguito a una crisi respiratoria. Ora saranno le indagini della procura di Ivrea a stabilire di chi siano state le responsabilità nell'accaduto.

La disperazione della moglie

Margherita Erio, moglie di Roscio, è disperata: "Michele non era grave: non è intervenuta l'ambulanza medicalizzata come altre volte. Abbiamo richiesto il trasporto in ospedale per un normale controllo vista la sua patologia respiratoria. Quando lo abbiamo visto per l'ultima volta respirava senza l'ossigeno ed era sereno. Non è giusto morire in questo modo, precipitando in una scarpata a pochi metri da casa".

La procura ipotizza omicidio colposo

L'autista dell'ambulanza della Croce Bianca di Valperga, un italiano di 62 anni, è ora indagato per omicidio colposo. Non per omicidio stradale, come avviene spesso in questi casi, in quanto non ci sono prove di una sua diretta responsabilità. In prima battuta, l'autopsia sul corpo del pensionato dovrà dare un'indicazione su quanto abbia influito l'incidente nel decesso. In seconda battuta, bisognerà accertare se la condotta del conducente alla guida sia stata corretta o vi sia stata qualche imprudenza evidente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Croce Bianca: "Tristezza per l'accaduto"

"Nella serata di ieri - scrive in una nota la Croce Bianca di Valperga - il paziente è stato caricato per essere trasportato in codice giallo al pronto soccorso di Cuorgné. La Croce Bianca porge le proprie condoglianze alla famiglia del paziente ed esprime tutta la propria tristezza, dispiacere e delusione per come si è concluso l’intervento di soccorso. Siamo inoltre certi che sarà fatta piena luce sulla dinamica stessa dell’incidente e siamo vicini ai volontari coinvolti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tifoso interista scommette sull'eliminazione della Juve dalla Champions: vince quasi 10mila euro

  • Tragico schianto nella notte: auto in un una scarpata, morti cinque ragazzi

  • Violento acquazzone su mezza provincia: alberi caduti, allagamenti e ferrovia interrotta

  • Colpo della dea bendata: il Superenalotto premia un giocatore con 37mila euro

  • Compleanno torinese per i 18 anni del figlio di Fabrizio Corona e Nina Moric: pronta una grande festa

  • Morte di Viviana Parisi, l'arrivo dei genitori da Torino e dei fratelli: martedì l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento