rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Incidenti stradali Verrua Savoia

La tragedia di Luca Ferro, morto nell'incidente di Brusasco: "Eri la mia spalla, non so più come andare avanti"

Gli struggenti ricordi sui social per lo studente di 19 anni che amava giocare a pallacanestro

Un bravo ragazzo, studente con la passione per la pallacanestro, che aveva giocato fino a poco tempo fa. Luca Ferro, 19enne di Verrua Savoia, è la vittima del tragico incidente avvenuto la sera di sabato 15 gennaio 2022 in località Mogol di Brusasco. Viveva con i genitori e un fratello più giovane. Distrutta la madre Glenda Pelizzari, che lo ricorda con uno struggente post su Facebook: "Eri la mia spalla e adesso non so più come andare avanti… Sei il mio bambino… Non so vivere senza di te".

Il giovane frequentava la quarta all'istituto tecnico economico Calamandrei di Crescentino (Vercelli). Per qualche anno aveva giocato a basket nell'Unisport Cavagnolo, società che lo ricorda con un altro post: "Non si è mai pronti per affrontare momenti come questi e non esistono le parole giuste per commentarli. Luca è stato parte della nostra famiglia e lo ricorderemo per sempre per la sua grande passione e per l'amore per la pallacanestro. Le nostre preghiere ed i nostri pensieri sono rivolti alla famiglia di Luca, ai suoi parenti ed ai suoi amici".

Tra le varie persone che lo conoscevano questa è la testimonianza di una sua amica: "Ciao Luca, ci sarebbero tante parole da dire ma mi limito a mandarti un abbraccio forte sperando tu lo possa sentire, è da stamattina che piango e per me è come se fosse irreale ma voglio ricordarmi di te forte e felice come quando andavamo a scuola insieme perché sicuramente adesso non vorresti vederci piangere...". I suoi funerali non sono ancora stati fissati.
 

ferro-luca-220115-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tragedia di Luca Ferro, morto nell'incidente di Brusasco: "Eri la mia spalla, non so più come andare avanti"

TorinoToday è in caricamento