menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Bongiorno aveva appena 23 anni: è morto il giorno del suo compleanno

Giuseppe Bongiorno aveva appena 23 anni: è morto il giorno del suo compleanno

La tragedia nel giorno del suo compleanno: la morte di 'Peppe' ha sconvolto tutti

Lascia compagna, genitori e fratelli

Aveva 23 anni, era originario di Crescentino, lavorava come operaio alla Margaritelli di Rodallo di Caluso (azienda che produce traversine ferroviarie) e da circa un anno abitava a San Sebastiano Po con Valentina, la sua fidanzata, che ora è disperata all'idea di continuare senza di lui.

Giuseppe Bongiorno, per molti solo Peppe, aveva appena 23 anni e li aveva compiuti proprio il 15 agosto 2018, quando è morto schiantandosi contro un albero con il suo scooter mentre stava tornando a casa dopo avere festeggiato il compleanno. E' morto a pochi passi dalla sua abitazione, in via Rigonda a San Sebastiano da Po. Poco dopo, sul luogo della tragedia, sono arrivati sconvolti i suoi amici e la compagna. 

Bongiorno lascia anche i genitori Vincenzo e Mirella e tre fratelli minori Valentina, Franca e Claudio di rispettivamente di 19, 14 e 11 anni.

I funerali sono stati fissati per la mattina di lunedì 20 agosto 2018 alle 10,30, nella parrocchia della frazione San Genuario di Crescentino, da cui proveniva il ragazzo.

Lo straziante messaggio della fidanzata Valentina: "Non è possibile che te ne sei andato così, lasciando un vuoto che non immagini neanche. Avevamo ancora tutti, i progetti tutto da fare. Eravamo riusciti a superare cose molto pesanti, tutto sempre insieme. Avevamo la nostra casetta, la macchina, l'amore, avevamo tutto e tu hai deciso di andartene così. Non mi sembra vero, non ci voglio credere. So che sei accanto a me in questo momento ma voglio delle risposte, qualcosa, non lo so. Vorrei solo che tu fossi qua accanto, a me ti amo cucciolo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento