rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Incidenti stradali Carmagnola / Via Francesco Gallina, 1

Addio a Daniele, un bravo operaio con la passione per il calcio

Morto nell'incidente stradale

Lavorava come operaio alla Teksid di Carmagnola e amava il calcio Daniele Pizzo, il 36enne di Carmagnola morto la notte di domenica 11 febbraio 2018 in un tragico incidente stradale sulla statale 393 a Villastellone, all'altezza del ponte sull'autostrada Torino-Savona.

Residente da qualche tempo in Francesco Gallina 1, era originario di Chieri, dove abitano i genitori e il fratello. Proprio dopo avere trovato lavoro nell'azienda carmagnolese lui aveva deciso di trasferirsi con la compagna dopo un periodo di convivenza a Virle.

Per i colleghi di lavoro era un ragazzo tranquillo e un grande lavoratore, sempre disponibile ad aiutare i colleghi.

Ma Daniele era anche un grande appassionato di calcio. Aveva giocato a lungo a livello amatoriale e nelle ultime stagioni aveva vestito la maglia dello Sporting Moncalieri. Giocava con il numero 11 ed era un attaccante.

"Il calcio era la sua grande passione - ricorda Alessandro Birra, a lungo suo allenatore e anche suo grande amico -. Era un grande tifoso della Juventus. Era consapevole di non essere un campione ma non mollava mai, sia nel calcio che nella vita. Era un ragazzo eccezionale. Era  testardo, era facile litgarci ma alla fine si faceva voler bene, era la sua più grande qualità... non potevi non fare pace con lui".

Intanto proseguono le indagini sull'incidente in cui ha perso la vita. Secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri sulla dinamica, tutto lascia pensare che abbia avuto un colpo di sonno al volante.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Daniele, un bravo operaio con la passione per il calcio

TorinoToday è in caricamento