menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Week end di sangue sulle strade torinesi: tre morti in poche ore

Tra sabato 22 e domenica 23 agosto sono morte tre persone sulle strade torinesi in altrettanti incidenti stradali. Oltre a questi si sono registrati anche feriti gravi in altri sinistri, in particolare in un frontale a Carignano

Week end di sangue sulle strade torinesi. Tanti, troppi gli incidenti in cui si sono registrati morti o feriti gravi, la maggior parte dei quali nelle ultime ore.

L’ultimo in ordine di tempo si è verificato intorno alle 20.30 di ieri, domenica 23 agosto, e si tratta di un incidente mortale avvenuto tra i comuni di Cavour e Vigone. Marco Gili, 81 anni residente a Vigone, non era troppo lontano da casa quando con l’auto ha invaso la corsia opposta finendo contro una vettura guidata da un ragazzo. Un incidente che gli è costato la vita e che all’origine potrebbe avere un malore improvviso. Sul posto è arrivato il 118, ma il pensionato è deceduto durante il tentativo di rianimazione. Illeso l’altro conducente coinvolto nel sinistro.

Qualche ora prima, nel pomeriggio, un grave frontale in strada Piobesi a Carignano aveva ferito in modo grave due uomini, trasportati dal 118 al Cto di Torino, e quattro feriti (due codici gialli e due verdi) portati per essere visitati e medicati negli ospedali San Luigi di Orbassano e Santa Croce di Moncalieri. I due più gravi hanno riportato un trauma cranico il primo e diverse fratture l’altro. La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio dei carabinieri.

Era andata ancora peggio il giorno prima, sabato 22 agosto, in cui si sono contati due morti. Nel pomeriggio a Locana ha perso la vita Guido Recanzone, un motociclista di 55 anni residente nella provincia di Biella, che con la sua due ruote è uscito di strada mentre percorreva la Sp460 in valle dell’Orco. Si trovava in località Zauniere e viaggiava in direzione di Ceresole Reale quando ha perso il controllo della moto - una Yamaha R6 - per cause ancora da accertare. I medici sono arrivati e il suo cuore batteva ancora, ma durante il trasporto verso il Cto di Torino è deceduto a causa delle gravi ferite riportate nell’incidente.

Quasi negli stessi attimi in cui moriva Guido Recanzone, sulla strada che collega Ciriè a San Maurizio Canavese perdeva la vita una donna romena di 48 anni, Nicoletta Hamciuc. Era sulla sua bicicletta con la quale si stava recando a lavoro: intorno alle ore 14 un’auto - una Alfa Romeo Mito - l’ha urtata e fatta cadere rovinosamente sull’asfalto e battendo tragicamente la testa. L’automobilista, un ragazzo di 21 anni, si è fermato provando a prestare soccorso, ma per la donna non c’è stato nulla da fare.

Fortunatamente solo ferite tre donne coinvolte in un incidente avvenuto a Rivarolo Canavese. Una Fiat Panda, guidat da una donna di 72 anni, è finita fuori strada nel tentativo di evitare una Mercedes che si stava immettendo nella stessa carreggiata. Tre i feriti, ma nessuno, almeno in questo caso, in modo grave.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento