rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Incidenti stradali

La vita di Marina portata via da un ubriaco: resteranno i suoi gol

Morta nell'incidente

Una ragazza con il vizio del gol. Marina Federica Professione, torinese di 20 anni morta nell'incidente stradale avvenuto nella notte di oggi, domenica 20 agosto 2017, a San Secondo di Pinerolo, lascerà questo ricordo a chi l'ha conosciuta.

Mary, così si chiamava lei sul profilo Facebook e così la chiamavano gli amici, aveva giocato a calcio nella Juventus come attaccante fino al 2015, quando ebbe un grave infortunio. Quest'anno era stata ceduta dalla società bianconera al Real Torino, con cui si apprestava a giocare nel campionato di Serie D. Il sodalizio gialloblù puntava proprio sulla sua vena realizzativa sotto porta.

Dopo avere studiato all'istituto Bodoni-Paravia adesso faceva le pulizie in una palestra universitaria e in una pasticceria. Viveva da poco insieme all'amica di 42 anni che era alla guida della Ford Fiesta coinvolta nell'incidente e che è ricoverata all'ospedale di Pinerolo in condizioni gravi.

"Marina era stupenda. Il suo sorriso mi seguirà per tutta la vita", scrive su Facebook la zia Carmen. "Non riesco ancora a crederci. Non voglio crederci. Non dimenticherò mai quando mi cercavi per confidarti, non dimenticherò mai i tuoi consigli. Non ti dimenticherò mai nipotastra", aggiunge lo zio Marco.

Per quanto riguarda la dinamica dell'incidente si aggrava il quadro per il 22enne conducente della 147, che era al volante ubriaco. Testimoni hanno infatti riferito che la vettura avrebbe fatto un sorpasso azzardato invadendo la corsia opposta proprio nel momento in cui la Fiesta si immetteva dal ristorante e centrandola dunque sul fianco destro (dove era seduta Marina). Le due donne che erano sul veicolo sono poi state sbalzate fuori e per la più giovane non c'è stato scampo, nonostante un lungo tentativo di rianimazione da parte dei sanitari del 118.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vita di Marina portata via da un ubriaco: resteranno i suoi gol

TorinoToday è in caricamento