menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Irene Bertello il giorno della laurea, a settembre 2017

Irene Bertello il giorno della laurea, a settembre 2017

Tre comunità piangono Irene Bertello, la ragazza modello con la passione per la moda

Morta nel terribile incidente d'auto sulla neve

Irene Bertello, la 25enne morta la sera di domenica 14 marzo 2021 nel terribile incidente avvenuto in borgata Vazon di Oulx, abitava a Torino in via Thonon, nel quartiere Nizza Millefonti. Chi l'ha conosciuta la descrive come una ragazza modello, che aveva passato la gioventù a studiare fino a laurearsi, nel settembre 2017, in economia aziendale (con indirizzo direzione di impresa e marketing) con 110 e lode, menzione e bacio accademico. Appassionata di moda, lavorava per un'azienda del settore già da prima di conseguire la laurea. Da poco tempo era fidanzata con il ragazzo che ha assistito, incredulo e atterrito, all'incidente in cui ha perso la vita.

Irene era molto conosciuta anche a Moncalieri, dove il padre Ezio è presidente della pro loco e in queste ore sta ricevendo numerosissimi messaggi di condoglianze e attestati di solidiarietà, e a Montoso, frazione di Bagnolo Piemonte (Cuneo), dove era solita trascorrere le vacanze estive. Era molto attiva nella parrocchia vicino casa sua a Torino, dove insegnava catechismo e accompagnava i bambini ai campi estivi. Di seguito pubblichiamo due suoi post che descrivono la sua personalità.

Irene parla dei richiedenti asilo

"Pochi giorni fa è arrivata la notizia che 16 richiedenti asilo saranno ospitati in un albergo in un paesino di nome Montoso. Lo stesso paesino in cui sono stata tutte le estati della mia vita negli ultimi 21 anni. Immaginavo che questa notizia facesse parlare la gente, ma non immaginavo che la gente potesse sparare a zero su 16 ragazzi, tutti sotto i 30 anni, senza mai averli visti un secondo. È strano come sappiano tutto di loro. Sanno che hanno abbondonato le loro donne e figli a morire scappando come codardi, sanno che non scappano da una vera guerra, sanno che non sapendo cosa fare inizieranno a delinquere. Alcuni hanno iniziato ad augurargli un inverno freddo con molti gradi sotto zero, con tanta neve e senza riscaldamento. Altri prevedono già un calo dei prezzi delle case e una drastica diminuizione dei turisti, come se loro fossero tutti i giorni su a montoso per farla rivivere. Ora chiedo a voi brava gente, che riuscite a tirare fuori queste perle, di avere la decenza almeno di fare un passo indietro. Perché fino a prova contraria non hanno fatto niente di male. Sono entrati in un paesino e sono già stati giudicati e accusati di cose che non hanno fatto loro. Per lo meno se di accoglienza a quanto vedo non se ne parla, dategli almeno il beneficio del dubbio".

Irene parla del giorno della sua laurea

"Sentire '110 e Lode' dopo aver lavorato e studiato contemporaneamente, per tutta la magistrale, e? stata una delle frasi che piu? mi ha gratificato. Ma vedere tutte le persone che amo gioire e urlare per questo traguardo come se fosse il loro, mi ha fatto sentire amata. E devo ringraziarli perche? in questi anni hanno fatto i salti mortali per farmi sentire la loro vicinanza, anche quando io di tempo per loro non ne avevo. Mangiavano con me alle 11 di sera perche? prima studiavo. Venivano a trovarmi in pausa pranzo anche se avevo solo un’ora libera per loro. Ascoltavano tutti i miei 'sono stanca' rispondendomi sempre che ci sarei riuscita. Passavano con me i pomeriggi dopo gli esami, perche? erano gli unici giorni in cui prendevo permesso da lavoro. Facevano le 4 del mattino con me il venerdi? o sabato sera, perche? erano i miei unici momenti di svago, anche quando erano stanchi o lavoravano il giorno dopo. Sono fortunata ad avere nella mia vita persone che mi amano cosi? tanto e che mi hanno regalato momenti di spensieratezza e felicita?. Grazie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento