rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Incidenti stradali Rivarolo Canavese

Addio a Elisa, l'angelo della biblioteca strappata troppo presto ai suoi cari

Morta schiacciata dall'autocisterna

Elisa Bonavita, la 26enne morta nell'incidente avvenuto poco distante da casa, in via della Lumaca a Rivarolo Canavese, mercoledì 17 luglio 2019, stava raggiungendo la biblioteca comunale Besso Marcheis dove da qualche mese stava facendo uno stage formativo, che si sarebbe concluso il prossimo mese di ottobre. Doveva ancora completare gli studi.

Lascia il papà Franco e la mamma Rita, oltre al fidanzato Andrea. I funerali si svolgeranno lunedì 22 alle 15,30 nel salone comunale di via Montenero 12 in forma laica. Il suo corpo verrà poi cremato e le ceneri saranno trasportate al cimitero di Prascorsano.

La biblioteca l'ha salutata sui social con il testo di 'Canzone per un'amica' di Francesco Guccini: "Non lo sapevi che c'era la morte, quando si è giovani è strano poter pensare che la nostra sorte venga e ci prenda per mano (...). Voglio però ricordarti com'eri, pensare che ancora vivi, voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi".

Nella serata di oggi, venerdì 19, per ricordarla, la presentazione libraria prevista in piazza Litisetto con le scrittrici Sonia Morganti e Piera Giordano per il ciclo di appuntamenti 'I luoghi e la letteratura', sarà dedicata proprio a lei. Parteciperà anche il sindaco Alberto Rostagno.

"Ti ricorderò così piccolo angelo... Sorridente e sempre pronta ad aiutare gli altri. Sei stata una persona speciale nella mia vita e il tuo ricordo lo sarà per sempre!!!", scrive una sua amica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Elisa, l'angelo della biblioteca strappata troppo presto ai suoi cari

TorinoToday è in caricamento