Auto investe pedone: uomo in condizioni molto gravi

Atterrato l'elisoccorso

La Citroën C5 che ha investito il pedone

Un italiano di 52 anni è in condizioni molto gravi all'ospedale Cto di Torino dove è stato trasportato dall'elicottero del 118 dopo che, nella serata di ieri, martedì 23 giugno 2020, è stato investito da una Citroën C5 mentre si trovava in via Monasterolo a Cafasse, non distante dalla sua abitazione.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri a cui spettano le indagini del caso. Il conducente dell'auto, un italiano di 81 anni residente anche lui a Cafasse, si è fermato. La vettura ha urtato il pedone col lato destro del parabrezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I medici del Cto hanno riscontrato un trauma cranico e toracico. La prognosi è riservata e l'uomo è tenuto in coma farmacologico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autoparco comunale, Palazzo Civico vende 127 veicoli mediante asta pubblica: l’elenco 

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento