A tutta velocità sulla strada vuota: sbanda, distrugge l'auto dei genitori e prende una multa salata

Fortunatamente nessuno lo ha incrociato

La Bmw rimasta distrutta nell'incidente di questo pomeriggio

La strada libera a causa delle disposizioni per il coronavirus porta a premere un po' troppo l'acceleratore e questo è costato caro, nel pomeriggio di oggi, giovedì 16 aprile 2020, a un ragazzo moldavo di 24 anni residente a Giaveno che ha distrutto la Bmw dei genitori percorrendo corso Levi a Rivoli, tra l'altro ad almeno 15 chilometri da casa.

La vettura viaggiava in direzione di Torino quando, arrivata alla curva davanti al Rivoli Hotel, ha invaso la corsia opposta finendo contro il guardrail e terminando la sua corsa all'interno del parcheggio dell'albergo, restando ribaltata. Fortunatamente per lui nessuno in quel momento stava sopraggiungendo nella direzione opposta.

Il ragazzo è uscito illeso dall'incidente anche se è tornato a casa con diverse centinaia di euro di multa sul groppone. La polizia locale, intervenuta sul posto insieme ai vigili del fuoco, lo ha multato per eccesso di velocità e per avere contravvenuto alle disposizioni sul coronavirus: non aveva alcun valido motivo, infatti, per trovarsi a Rivoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

auto-ribaltata-corso-levi-rivoli-200416-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il conduttore torinese a Verissimo: "Un medico mi disse che era solo un'influenza"

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Offerte di lavoro del gruppo Iren: le posizioni aperte a Torino

  • Uomo scomparso da mercoledì sera: ritrovato il corpo

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento