Auto finisce nel fosso per evitare un cinghiale, padre e figlio illesi

Lamiere incastrate tra la vegetazione e l’acqua

L'auto finita nel canale

Per evitare un cinghiale hanno sbandato finendo fuori strada e terminando la corsa in un canale. Padre e figlio, a bordo di un’auto, sono usciti illesi, e in tempo, dalle lamiere incastrate tra la vegetazione e l’acqua.

E’ accaduto giovedì mattina, 10 agosto, verso le 6 a Lauriano. La macchina è stata rimossa alcune ore dopo perché ostruiva il canale all’altezza del ponte.

Nel pomeriggio dello stesso giorno è stata chiusa la strada per consentire la rimozione del veicolo che ostruiva il ponte con il rischio di crolli. Il canale, con acqua di 3-4 metri, si immette nel Po.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Compleanno torinese per i 18 anni del figlio di Fabrizio Corona e Nina Moric: pronta una grande festa

  • Super-vincita al concorso a premi in tabaccheria: un fortunato si porta a casa 53mila euro

  • Viviana e il piccolo Gioele sono ancora scomparsi, ma oggi fatti avvistamenti 'importanti'

  • Scossa di terremoto in serata: sentita chiaramente dai residenti nelle valli

  • Morte di Viviana Parisi, l'arrivo dei genitori da Torino e dei fratelli: martedì l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento