Incidenti stradali

Morì annegato nel sottopasso: dieci indagati, ci sono anche il sindaco e il comandante dei vigili

Oltre ad alcuni professionisti

La scena dell'accaduto la notte della morte di Guido Zabena

Il sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno, gli assessori Francesco Diemoz e Lara Schialvino, il comandante della polizia locale Sergio Cavallo, alcuni tecnici comunali e alcuni professionisti romani, per un totale di dieci persone, sono indagati dalla procura di Ivrea con l'accusa di omicidio colposo per la morte di Guido Zabena, 51enne operaio di Favria rimasto annegato nel sottopasso dell'ex statale 460 al confine con Feletto la notte del 3 luglio 2018.

Il pm Chiara Molinari ha chiuso le indagini sul caso a metà febbraio 2020. Gli amministratori sono accusati di non avere predisposto adeguati sistemi di sicurezza per evitare l'entrata delle auto nel sottopasso in caso di allagamento, i professionisti invece di non avere verificato e predisposto un adeguato sistema di smaltimento delle acque nel sottopasso.

Tra una ventina di giorni (dopo che gli indagati, come da prassi, potranno produrre memorie o chiedere di essere ascoltati dal magistrato) potrebbe essere chiesto il rinvio a giudizio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morì annegato nel sottopasso: dieci indagati, ci sono anche il sindaco e il comandante dei vigili

TorinoToday è in caricamento