Tredicenne morta nell'incidente, mamma indagata per omicidio stradale

Sarebbe sua la responsabilità

La Mini Cooper della famiglia di Beatrice Montrucchio uscita di strada

Sarebbe la mamma, una donna di 39 anni, la responsabile dell'incidente avvenuto nel pomeriggio di mercoledì 8 novembre 2017 a Bussolino di Gassino Torinese e in cui ha perso la vita la 13enne Beatrice Montrucchio, che abitava in paese.

La procura di Ivrea ha iscritto la donna, che è ricoverata all'ospedale Giovanni Bosco di Torino insieme al marito di 41 anni, nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio stradale.

Secondo i primi riscontri, infatti, la Mini Cooper che guidava avrebbe tamponato la Fiat Punto condotta dal giovane di 22 anni, anche lui residente a Gassino, che era ferma per effettuare un'inversione di marcia.

L'incidente sarebbe dunque stato causato dall'eccessiva velocità della Mini e dal mancato rispetto della distanza di sicurezza. A questo si aggiunge l'aggravante del fatto che la ragazzina, che sedeva sul sedile posteriore con un 21enne amico di famiglia, non aveva le cinture di sicurezza allacciate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada: morta sul colpo

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

  • Colpo grosso nella villa dell'imprenditore: i ladri portano via gioielli per 80mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento