Venerdì, 30 Luglio 2021
Incidenti stradali Pozzostrada / Corso Trapani

Ennesimo incidente tra i corsi Trapani e Peschiera: "Ora basta"

Ancora un incidente, l'ennesimo. Questa volta sotto accusa finisce l'alta velocità a cui viaggiano le auto in quel tratto di strada. L'unica soluzione per alcuni è l'installazione di autovelox

Foto di archivio

Il doppio intervento del Comune di Torino non è bastato ad evitare altri incidenti nell'incrocio maledetto di corso Trapani con corso Peschiera. Nel tardo pomeriggio di ieri si è consumato il sessantacinquesimo tamponamento dall'inizio del 2013. Coinvolti nell'incidente un'autovettura ed un furgone, poco prima dell'attraversamento dell'incrocio.

"In quell'incrocio si corre troppo - continua a ripetere ormai da tempo Nico Marinelli, fondatore e presidente dell'associazione di motociclisti 'Tre Merli Sotto Shock' -. Lì servono telecamere e autovelox perché qui non se ne può più".

Velox, Phored, rotonda e sottopasso: queste le quattro opzioni paventate da associazioni e consiglieri di circoscrizione che nelle prossime settimane potrebbero essere prese in considerazione dalla Giunta comunale. Anche se, come ci spiega Nico Marinelli, "per la rotonda non ci sono le misure idonee, per il sottopasso sembrano non esserci i soldi. L'alternativa è l'installazione di autovelox e di telecamere che sanzionino coloro che attraversano con il semaforo rosso".

Inoltre sono i residenti stessi a chiedere una modifica dell'incrocio perché ormai sono stanchi di vedere i carroattrezzi portare via auto e moto incidentate (quando va bene), o ambulanze a sirene spiegate intervenire per salvare la vita a qualcuno. "Quello tra corso Trapani e corso Peschiera è l'incrocio più pericoloso di Torino - conclude Marinelli -. Se entro marzo non riceveremo risposte adeguate potremo tornare in strada a protestare perché morire è un attimo nella vita, e morire in un incrocio è una cosa davvero stupida".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ennesimo incidente tra i corsi Trapani e Peschiera: "Ora basta"

TorinoToday è in caricamento