menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diciassettenne grave al Cto, travolto in via Tripoli in moto da un evaso in preda all'alcol

Il pirata della strada, un 41enne che sarebbe dovuto essere a casa agli arresti domiciliari, non ha dato precedenza e ha fatto cadere rovinosamente a terra il ragazzino. Poi si è dato alla fuga ma un automobilista lo ha seguito

In preda all'alcol e ad alcune sostanze stupefacenti, un 41enne che sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari ha causato un grave incidente stradale tra via Tripoli e corso Cosenza. A bordo della sua Lancia Y10 non ha dato la precedenza ad una moto Honda da 125 cavalli guidata da un minorenne di 17 anni, prendendola in pieno e facendo cadere rovinosamente sull'asfalto il ragazzino. Senza prestare soccorso o accertarsi di come stesse, l'automobilista si è dato alla fuga.

Il grave incidente è avvenuto nella serata di ieri poco prima delle ore 20. A quell'ora tra via Tripoli e corso Cosenza stavano transitando parecchie autovetture che hanno assistito a quanto successo. Un automobilista ha subito avvertito il 113, che ha chiamato la Polizia municipale, e si è messo all'inseguimento del pirata della strada, fino a quando questo si è fermato in via Giacomo Dina e si è nascosto in casa.

Gli agenti hanno raggiunto l'abitazione dell'uomo e lo hanno accompagnato presso i propri uffici per gli accertamenti che hanno confermato come il suo tasso alcolemico fosse di molto al di sopra della soglia consentita, così come è stato trovato positivo alle sostanze stupefacenti. Ma non solo. Il quarantunenne guidava senza patente e l'auto non aveva regolare assicurazione. Risulta ora anche indagato per evasione perché già condannato agli arresti domiciliari. Infine è scattato l'arresto per il reato di fuga su incidente con lesioni.

Quanto al diciassettenne, mentre la Polizia si recava in via Giacomo Dina dal pirata della strada, è stato soccorso dal 118 e dalla Polizia municipale. Trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Cto, vista la gravità della situazione i medici si sono riservati la prognosi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento