menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente durante il presidio: "Quell'incrocio è maledetto"

Durante la manifestazione dell'associazione motociclistica "3 Merli Sotto Shock" un'auto e uno scooter sono venuti a contatto. E il quartiere continua a chiedere provvedimenti

I fiori posati sui pali, vicino a quei quattro punti dove diversi automobilisti hanno perso la vita. Si è svolto mercoledì sera in corso Trapani angolo corso Peschiera un piccolo presidio fortemente voluto dell'associazione motociclistica “3 Merli Sotto Shock”. Al presidio hanno preso parte anche il consigliere di FdI della circoscrizione Quattro Alessandro Boffa e il consigliere di Forza Italia della circoscrizione Tre Stefano Bolognesi. I biker – che settimane fa avevano organizzato una manifestazione – hanno deciso di ricordare tutte le persone che in quell’incrocio hanno perso la vita. Tutte le vittime degli incidenti stradali.

Durante il sopralluogo, incredibile ma vero, un’auto e uno scooter sono venuti a contatto proprio mentre i presenti stavano lasciando i fiori. “Per fortuna nessuno si è fatto male – la dichiarazione rilasciata dal presidente Nico Marinelli, sul posto insieme alla vicepresidente Cristina Viglione e ad alcuni motociclisti -. Ma questa è solo l’ennesima prova che non si è fatto abbastanza in questi anni per l’incrocio Trapani-Peschiera”.

Ad alimentare le polemiche ci ha pensato il consigliere Boffa. “Il Comune non sta prendendo provvedimenti – dichiara Boffa -. Il problema rappresenta una criticità non solo per i motociclisti ma anche per pedoni e automobilisti. E’ necessario che qualcuno si decida ad intervenire”. Duro anche il consigliere Bolognesi. “Sono due anni che ci battiamo per la sicurezza dei corsi e fino ad oggi abbiamo ottenuto una vittoria, l’introduzione di una svolta a sinistra in corso Trapani all’angolo con via Monginevro. Speriamo la prima di una lunga serie”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento