menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luca Falco, panettiere di Sestriere morto a 48 anni

Luca Falco, panettiere di Sestriere morto a 48 anni

Si schianta con il quad, poi muore in ospedale dopo un intervento chirurgico: aperta inchiesta

Ha avuto un'emorragia interna

La procura di Torino, ricevuto un esposto presentato dai familiari ai carabinieri della stazione cittadina, ha aperto un'inchiesta sulla morte di Luca Falco, panettiere 48enne di Sestriere che ha perso la vita all'ospedale di Susa venerdì 28 giugno 2019. Per capire che cosa possa essergli accaduto è stata disposta l'autopsia.

Il giorno precedente, giovedì 27, aveva avuto un incidente con un quad, finendo in un dirupo. Era tornato a casa da solo ma sentiva dolore e quindi aveva deciso di andare in ospedale. Qui aveva raccontato ai medici di essere scivolato da un gradino e di aver battuto la spalla. Dopo una radiografia, era stato rispedito a casa con una fasciatura.

Durante la notte, però, i dolori erano continuati e per quasta ragione l'uomo era tornato in ospedale. Il medico, accorgendosi che qualcosa non andava, aveva ordinato di sottoporlo a una Tac da cui erano emerse emorragie interne. Subito dopo era stato sottoposto a un intervento chiurgico di tre ore.

L'operazione sembrava riuscita ma dopo un paio d'ore il paziente aveva avuto un peggioramento improvviso venendo dichiarato morto. Secondo l'Asl To3 si è trattato di uno choc cardiogeno non correlato all'intervento, ma i familiari dell'uomo, che era conosciuto soprattutto per la sua attività di vigile del fuoco volontario a Sestriere, vogliono vederci chiaro e per questo hanno presentato l'esposto.

"Siamo rammaricati per una tragedia del genere - dice Davide Minniti, responsabile dell'Asl To3 - ma il quadro è il seguente, emerso dopo un'indagine interna. Lui è arrivato con i propri mezzi ed è stato classificato come codice verde poiché ha detto di avere dolore alla spalla per una caduta in casa. Dalla radiografia è emersa una lesione e gli è stato fatto un bendaggio funzionale come da protocollo. Gli è stato detto di tornare la mattina successiva per un controllo. A questo punto riferisce di essere caduto da sei metri da una scala a pioli. A quel punto hanno deciso di farli una Tac da cui è emerso, oltre alla lesione alla spalla, che aveva alcune costole rotte. Da una seconda Tac è emersa l'emorragia e per questo è stato operato. Dopo un'ora ha avuto alcuni problemi ed è stato più volte rianimato ed è deceduto in modo improvviso. Abbiamo saputo successivamente dell'incidente con il quad".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento