Morta nello scontro frontale, figlia condannata per omicidio stradale

Pena più mite rispetto all'accusa

L'incidente del 12 agosto 2015 e la vittima, Gelsomina Vairo di Rueglio

Si è chiuso con una condanna a otto mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena, il processo ai danni della figlia di Gelsomina Vairo, la 78enne di Rueglio morta nello scontro frontale avvenuto sulla provinciale 69 a Lessolo il 12 agosto 2015.

Nella giornata di venerdì 23 febbraio 2018 il giudice del tribunale di Ivrea è stato più mite rispetto alla richiesta di un anno e due mesi dell'accusa, considerando anche la grave perdita affettiva che la donna, 51enne, ha avuto in seguito all'incidente. Questa non è comunque bastata a evitarle la condanna per omicidio stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento