Incidenti stradali Centro / Via XX Settembre

Bus contro un Suv: carambola di auto in via XX Settembre

Il Suv ha finito la sua corsa dentro la vetrina di un tabaccaio, fortunatamente senza feriti. Il tamponamento ha bloccato il traffico per ore. E i commercianti si ribellano: "Questo incrocio è troppo pericoloso"

Foto di Paolo Pazzi da Repubblica.it

È stato un attimo. Il bus forse andava a velocità troppo spedita, forse l’autista della Bmw non ha prestato abbastanza attenzione. Di certo la vettura della linea Star 1 ha tamponato violentemente il fuoristrada che, spinto dall’urto, ha fatto carambolare le auto in sosta lungo il marciapiede; terminando poi la sua corsa nella vetrina di un tabaccaio. Nessun ferito grave, per fortuna, ma tanta paura e tanta confusione: il traffico, specialmente quello dei mezzi pubblici, è stato congestionato, essendo via XX Settembre un’arteria obbligata per il trasporto verso il cuore della città.

Quanto successo due giorni fa in via XX Settembre è purtroppo l’ultimo episodio di una lunga serie di incidenti: l’incrocio con via Arcivescovado è infatti considerato una vera e propria trappola dai residenti e da chi lavora quotidianamente in quella zona della città. A sfogarsi è il presidente dell’associazione commercianti di via XX Settembre, Luigi Ventura: “Il vicinato si lamenta del fatto che non può attraversare tranquillamente la strada o andare a comprare anche solo il giornale, per il rischio di essere investiti, anche sul marciapiede – spiega Ventura, che dal 2006 si batte per ottenere anche lo spostamento della vicina fermata del bus – se si spostasse la palina, infatti, i mezzi non prenderebbero tutta questa velocità; inoltre, lo spostamento aiuterebbe il nostro lavoro, perché questa parte della via è commercialmente zona morta”.

Sì, perché per l’associazione commercianti la porzione di territorio compresa tra piazza Paleocapa e via Secondo Frola è vittima di una desetificazione costante, proprio per l’assenza della fermata dei mezzi pubblici: chi scende dal tram è propenso a dirigersi verso piazza Castello, e difficilmente torna sui suoi passi in direzione di corso Matteotti. Senza contare che la distanza tra le varie fermate induce gli autisti dei bus ad andare veloci: e nell’incrocio-trappola gli incidenti sono all’ordine del giorno. L’associazione ha già da tempo raccolto le firme per segnalare il problema della pericolosità dell’incrocio, correlando questa battaglia per la sicurezza stradale con un lungo report di fotografie di precedenti incidenti, presentato in Circoscrizione; spostare la palina del bus aiuterebbe dunque sia il commercio che la sicurezza degli automobilisti. Commenta ancora Ventura: “Dobbiamo per forza aspettare che ci scappi il morto per migliorare e aumentare la sicurezza di questo incrocio?”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus contro un Suv: carambola di auto in via XX Settembre

TorinoToday è in caricamento