Auto piomba contro il déhors della trattoria: ingenti danni, è la quarta volta in poco tempo

Conducente è fuggito

Il dehors del bar trattoria Cà Mia di Castellamonte distrutto da un'auto

Un'auto lanciata evidentemente a tutta velocità ha sfondato il déhors del bar trattoria Cà Mia, sulla provinciale 222 a Castellamonte, nella notte di martedì 14 maggio 2019. Naturalmente, il protagonista dell'incidente è fuggito come se nulla fosse e ha lasciato tutti i danni a carico dei proprietari, che nell'arco di poco tempo hanno dovuto subire episodi del genere per addirittura quattro volte.

Per questa ragione la richiesta all'amministrazione comunale e alla Città Metropolitana è di installare, in quel tratto di strada, almeno dei dissuasori di velocità in modo da scongiurare almeno danni tanto gravi.

Intanto dell'accaduto sono stati informati i carabinieri, che analizzeranno le immagini delle telecamere della zona in modo da risalire alla vettura che ha avuto l'incidente. Sul posto, intanto, è stato trovato un pezzo di paraurti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni Europa 2019

    Europee: la Lega primo partito in Piemonte ma a Torino vince il Pd

  • Elezioni regionali piemonte 2019

    Regionali in Piemonte, secondo gli exit poll è Alberto Cirio il nuovo governatore

  • Incidenti stradali

    Auto in fiamme in autostrada, il conducente riesce a scendere

  • Elezioni comunali 2019

    Amministrative, urne chiuse: lo spoglio lunedì 27 maggio dalle 14

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto sull'asfalto viscido: centauro muore sul colpo

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Scritta "W il Giro e la Fi.." sulla rotonda dove passerà il Giro d'Italia: caccia all'autore

Torna su
TorinoToday è in caricamento