Sabato, 16 Ottobre 2021
Incidenti stradali Barriera di Milano / Via Pierluigi Palestrina

Anziano investito sulle strisce, cane scappa e torna dopo tre giorni

Nuovo incidente stradale in via Palestrina. Un'auto proveniente da piazza Ghirlandaio ha travolto un uomo che, ora, non risulta in pericolo di vita

Un uomo di 50 anni è stato investito da un’auto in via Palestrina, a due passi da piazza Ghirlandaio, alla vigilia della festa dell'Epifania. Lo sfortunato cittadino, residente per altro nel quartiere Barriera di Milano, stava attraversando sulle strisce pedonali quando un’auto proveniente da via Cigna lo ha travolto. Al momento dell’impatto l’uomo stava portando a spasso il proprio cane che, per paura, è scappato via prima di fare ritorno a casa dopo tre giorni. La vittima, invece, non risulta essere in pericolo di vita. I sanitari, intervenuti tempestivamente sul posto al seguito di una segnalazione, lo hanno trasportato al vicino pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco. L’uomo presenta una serie di fratture ad entrambe le gambe che non gli impediranno di tornare presto a camminare.

Sulla questione incroci pericolosi chiederà spiegazioni il comitato “Barriera di Milano Torino Nord” affiliato al Ccst. “Le vie attorno a piazza Ghirlandaio non sono sicure e quest’ultimo incidente è solo l’ennesima prova – dichiara il presidente del Ccst Angelo Martino -. Noi ci siamo già recati in Comune per esporre le problematiche ma a distanza di due anni non sono stati presi provvedimenti. Forse qualcuno sta aspettando che ci caschi il morto”.

Da via Fossata e via Palestrina le richieste sono molteplici: aumento dell’impianto di illuminazione e l’installazione di una torre faro nel centro della rotatoria. Come se non bastasse le auto parcheggiano all’incrocio ostruendo la visuale. E chi attraversa sulle strisce rischia di non riuscire a vedere e ad evitare il mezzo in transito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano investito sulle strisce, cane scappa e torna dopo tre giorni

TorinoToday è in caricamento