Terribile schianto: auto e moto entrano in collisione. Morto un centauro, tre feriti

Lungo la strada regionale

Marco Saccoman, aveva 39 anni

Tragedia, nella notte di sabato 20 giugno 2020, attorno all'una, lungo la strada regionale 10, a Riva Presso Chieri.

Un motociclista, Marco Saccoman, classe 1980 (ancora 39enne, i 40 li avrebbe compiuti a settembre, ndr), residente a Villanova d'Asti, è morto a seguito di un incidente stradale.

Il centauro era in sella alla sua Suzuki quando, per cause al vaglio dei carabinieri, si è scontrato con una Alfa Romeo Giulietta, condotta da un gassinese del 1962. Nell'auto c'erano anche una donna di 50 anni e un ragazzo di 14 anni. 

L'impatto è stato tremendo: Saccoman è morto sul colpo. 

I tre occupanti della Giulietta, invece, sono stati portati in ambulanza all'ospedale Maggiore di Chieri: non versano in pericolo di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Calo glicemico, come riconoscerlo e come intervenire

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento