L'auto rimane bloccata nel ghiaccio: turisti riportati a valle grazie ai soccorritori

Minuti di vero panico

L'auto rimasta bloccata a Cesana

Sono rimasti bloccati con la loro auto su un lastrone di ghiaccio, lungo la strada che conduce al Lago Nero, a Cesana.

Disavventura per due turisti, che venerdì 28 dicembre 2018 hanno dovuto attendere il Soccorso Alpino, i carabinieri e la polizia locale dell’Unione Montana Via Lattea per poter fare ritorno a valle accompagnati dai soccorritori.

Sono stati loro stessi a richiedere l'intervento dei mezzi di soccorso, dopo che non riuscivano a fare retromarcia con la loro Mercedes Classe A.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine, l'auto è stata riportata a valle grazie ad un carro attrezzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento