Scappa dal Maria Vittoria e si uccide, la procura apre un'inchiesta

La donna ha tentato di uccidersi già prima, ferendosi con un coltello. Ora gli investigatori dovranno capire come abbia fatto a fuggire dall'ospedale in cui era ricoverata

Si è gettata nella tromba delle scale e ha posto fine alla sua vita. Sul suicidio di una donna di 50 anni avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì scorso nel quartiere San Donato, la procura di Torino ha aperto un'inchiesta, al momento senza ipotesi di reato nè indagati.

Troppe le ombre sulla dinamiche che ha portato alla morte della vittima: questa, infatti, avrebbe tentato di togliersi la vita già prima, ferendosi con un coltello e, successivamente, trasportata in ambulanza all'ospedale Maria Vittoria per le cure, sarebbe poi fuggita dal presidio prima di essere chiamata per il traige. Tornata nel palazzo si è uccisa lasciandosi cadere nella tromba delle scale dal quarto piano.

Secondo alcune testimonianze la donna soffriva di una forte depressione causata da alcuni eventi che si erano verificati negli ultimi tempi, la morte di due fratelli e di una cara amica. Su quanto accaduto indaga ora la polizia coordianta dal pm Raffaele Guariniello: i controlli e l'attenzione degli investigatori sono, infatti, volti a capire come abbia fatto la donna a fuggire dall'ospedale e perchè sia stata lasciata sola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento