Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Crack in cambio di sesso, inchiesta su un giro di prostituzione di tossicodipendenti a Torino

I capi sarebbero due imprenditori

Festini omosessuali in cui veniva offerto crack gratis in cambio di sesso e talvolta potrebbe anche essere stato utilizzato il Ghb, la cosiddetta 'droga dello stupro'. È quello su cui sta indagando la pm Laura Longo della procura di Torino anche dopo un servizio di Luigi Pelazza della trasmissione televisiva Le Iene di Italia 1. Nel corso di questo è stato intervistato un 25enne che ha sporto denuncia ai carabinieri prima di entrare in una comunità di recupero per tossicodipendenti. 

I festini, secondo il servizio, sarebbero avvenuti in case di facoltosi imprenditori nel centro di Torino. E vi sarebbe un'organizzazione che recluterebbe in strada ragazzi tossicodipendenti, con l'obiettivo di farli prostituire in cambio del crack. Pelazza arriva a inseguire in strada uno dei due presunti capi dell'organizzazione, ossia tra coloro che avrebbe consumato i rapporti sessuali con i ragazzi reclutati in strada, chiedendogli conto della droga dello stupro.

Il 25enne ha raccontato che i reclutatori sono spacciatori che operano nella zona di lungodora Napoli e che, quando si rendono conto di avere a che fare con una possibile vittima, la segnalano ai due imprenditori in cambio di qualche centinaio di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crack in cambio di sesso, inchiesta su un giro di prostituzione di tossicodipendenti a Torino

TorinoToday è in caricamento