Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Contraccettivi fuori etichetta dannosi per la salute, aperta inchiesta

Dopo il caso della torinese di 15 anni, si sono verificati altri 3 casi sparsi in tutta Italia, il più grave quello di una 17enne che riportato a seguito dell'assunzione un'embolia polmonare

Pillole anticoncezionali dannose per la salute. Sul caso si apre un'inchiesta del pm Raffaele Guariniello che ha acceso i riflettori su due pillole anticoncezionali prodotte dalla Bayer e soprattutto sul loro uso "fuori etichetta", per scopi non previsti dal foglietto illustrativo.

Alla base delle indagini quattro casi di donne che hanno riportato lesioni, anche gravissime, dopo l'assunzione dei farmaci, entrambi a base di drosperinone. In particolare l'inchiesta è partita dal caso, nel 2009, di una ragazza torinese di 15 anni, in stato vegetativo dopo avere assunto una delle due pillole per curare un'ovaia policistica.

Il medico che l'ha somministrata ha transatto con la famiglia della vittima ed e' uscito dal processo per il ritiro della querela, ma il pm Guariniello ha proseguito l'indagine allo scopo di capire perche' non siano date indicazioni ai sanitari per l'uso 'fuori etichetta'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contraccettivi fuori etichetta dannosi per la salute, aperta inchiesta

TorinoToday è in caricamento