Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Sant'Ambrogio di Torino

Pensionato morto dopo Tso, Procura apre inchiesta per omicidio colposo

La Procura di Torino ha aperto un fascicolo per omicidio colposo sulla morte del pensionato 64enne dopo il trattamento sanitario obbligatorio. Prevista l'autopsia per i prossimi giorni

Un fascicolo per omicidio colposo è stato aperto dalla Procura di Torino sulla morte del pensionato di 64 anni a Sant'Ambrogio di Torino, deceduto dopo due dosi di calmanti somministrate dal medico psichiatra del servizio salute mentale, intervenuto su richiesta dei Carabinieri, come trattamento sanitario obbligatorio.

L'uomo era andato in escandescenza e, dopo aver bucato le gomme ad un vicino di casa, si era messo a sbraitare senza alcuna ragione, colpendo anche un Carabiniere che si era avvicinato a lui.

Prima di chiamare il medico, il militare dell'Arma aveva ammanettato l'anziano per evitare autolesionismi e ulteriori danni. Poco dopo le iniezioni però l'uomo ha avuto una crisi respiratoria ed è deceduto.

L'inchiesta, coordinata dal pm Laura Longo, "è un atto dovuto", dicono dalla Procura.

E' stata già prevista l'autopsia nei prossimi giorni per chiarire se tra le iniezioni e il decesso del pensionato ci sia un legame di casualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionato morto dopo Tso, Procura apre inchiesta per omicidio colposo

TorinoToday è in caricamento