Cronaca

Alternativa tricolore: Torino, inchiesta sulle circoscrizioni per il rimborso ai consiglieri

Ennesima inchiesta che trascina ancora una volta l'intero PD nel baratro della corruzione, dall'inchiesta emerge che nel periodo interessato siano state indette delle "false" assemblee, con l'unico scopo di far scattare il gettone di presenza, 60 euro, per i consiglieri

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Circoscrizioni, altra fabbrica di spreco di denaro pubblico, è partita un'inchiesta della Guardia di Finanza che vede coinvolte le circoscrizioni del Comune di Torino, in particolar modo la quinta che nel periodo 2011/2013, al quale si interessano gli uomini delle fiamme gialle, quando a guidarla c'era l'attuale On. Bragantini (PD).

Ennesima inchiesta che trascina ancora una volta l'intero PD nel baratro della corruzione, dall'inchiesta emerge che nel periodo interessato siano state indette delle "false" assemblee, con l'unico scopo di far scattare il gettone di presenza, 60 euro, per i consiglieri.

Se quanto emerge dall'esposto presentato risultasse veritiero, oltre alla restituzione, compresi gli interessi, del percepito, noi di Alternativa Tricolore ci aspetteremo anche le scuse e le conseguenti dimissioni della Bragantini da deputata, per ora attendiamo fiduciosi l'esito delle indagini.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alternativa tricolore: Torino, inchiesta sulle circoscrizioni per il rimborso ai consiglieri

TorinoToday è in caricamento