Cronaca

Inchiesta sull'affitto dei Murazzi, Chiamparino esce dall'indagine

L'ex primo cittadino è uscito dall’inchiesta che aveva accertato che da molti anni i canoni non venivano riscossi. Restano indagati l'ex city manager Vaciago e l'ex assessore al Commercio Alessandro Altamura.

Si è conclusa l'indagine sui locali “morosi” dei Murazzi che per anni non hanno pagato il canone d’affitto al Comune di Torino. E il tutto si è concluso con una piccola nota di colore. L'ex primo cittadino Sergio Chiamparino è infatti uscito dall’inchiesta che aveva accertato che da molti anni i canoni non venivano riscossi. Senza dimenticare numerose altre violazioni e abusi edilizi. Questo il parere ultimo della Procura che ha archiviato la posizione dell’ex sindaco di Torino.

Secondo il pm Andrea Padalino, coordinatore delle indagini, "i fatti sono stati chiariti". Dunque non ci sarebbero più gli estremi per quanto riguarda la sua posizione, per andare a processo. Chiamparino, difeso dall’avvocato Fulvio Gianaria, era stato inizialmente accusato di abuso d’ufficio in relazione alla delibera in cui si scontava del 25 per cento l’affitto ai gestori dei locali dei Murazzi. Al momento restano indagate altre 33 persone, tra cui l'ex city manager Vaciago e l'ex assessore al Commercio Alessandro Altamura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta sull'affitto dei Murazzi, Chiamparino esce dall'indagine

TorinoToday è in caricamento