menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I residenti evcuati controllati prima dal 118 e poi trasferiti in ospedale

I residenti evcuati controllati prima dal 118 e poi trasferiti in ospedale

Panico in via Sansovino per un incendio, 16 adulti e 4 bambini in ospedale

Mattinata tutt'altro che tranquilla a causa di un incendio scoppiato nella cantina di uno stabile. Venti le persone evacuate dai vigili del fuoco, fatte uscire direttamente dai balconi a causa del fumo propagato in tutto il vano scale

Fiamme, fumo e tanta paura, ma per fortuna nessun ferito o intossicato. Mattinata tutt’altro che tranquilla in via Sansovino 181, dove intorno alle 11.30 è scoppiato un incendio all’interno delle cantine di uno dei tanti stabili Atc che si affacciano su corso Toscana. Il fumo denso si è propagato rapidamente in tutto il vano scale ed è salito fino al sesto piano. I residenti, quasi tutti presenti nelle proprie abitazioni, sono stati presi dal panico perché impossibilitati a uscire fuori a causa dell’aria diventata presto irrespirabile in tutto il condominio. Solo qualcuno ha sfidato la fortuna ed è riuscito a scendere le scale quasi indenne.

Sul posto si sono precipitate due autopompe a serbatoio dei vigili del fuoco, seguite da un carro fiamme e due autoscale con cui è stato possibile far evacuare gli appartamenti, facendo uscire le persone direttamente dai balconi. In totale i pompieri hanno soccorso 16 adulti e 4 bambini - di un anno, un anno e mezzo, tre e quattro anni - lasciati subito in mano al 118 che dopo aver controllato le condizioni di salute di ognuno di loro, li ha trasportati negli ospedali Maria Vittoria e San Giovanni Bosco per ulteriori accertamenti. Dalle parole degli stessi residenti nessuno è rimasto ferito, ma la paura è stata tanta, soprattutto al pensiero di cosa sarebbe potuto accadere se i soccorsi non fossero arrivati in tempo.

Per un paio di ore la strada è rimasta chiusa al traffico, con un lungo via vai di ambulanze e di gazzelle dei carabinieri. I pompieri hanno fatto tutti gli accertamenti del caso, ma le cause non possono dirsi ancora certe: non si sa se si sia trattato solo di un cortocircuito avvenuto nel vano cantine o se invece sia un incendio doloso. Oltretutto non sarebbe nemmeno il primo visto l’ultimo avvenuto solo nel mese di maggio, anche se il responsabile non è stato ancora individuato.

Le fiamme sono state spente velocemente dai pompieri, la difficoltà maggiore è stata quella di evacuare tutti gli inquilini a causa del panico generale che si era nel frattempo diffuso. Al termine del proprio intervento i vigili del fuoco hanno dichiarato inagibile solo la cantina, mentre gli appartamenti sono fruibili dagli stessi proprietari. Resta solo da aspettare qualche giorno per l’esito dei campionamenti effettuati nella cantina condominiale che diranno se c’è stata dispersione di amianto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento