Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Madonna di Campagna / Sottopasso Carlo Donat-Cattin

Fiamme nel tunnel distruggono la sua baracca, lui è sicuro: "Gesto di intolleranza"

Ma al momento nessun riscontro

L'incendio di ieri mattina. In alto a sinistra Pechi, che sostiene sia stato un atto di intolleranza (foto da video di Anna Lucia su Facebook)

"È stato un gesto di intolleranza, ne sono certo". Lo ha raccontato alla polizia il 30enne senza tetto nigeriano, conosciuto col soprannome di Pechi, che vive nel tunnel delle Ferriere, dove nella mattinata di ieri, domenica 17 marzo 2019, è divampato un incendio.

La sua baracca, il suo materasso, le sue scarpe e i suoi documenti sono andati in fumo in pochi secondi. L'intervento di spegnimento non è riuscito a salvare niente.

Le indagini, al momento, non hanno permesso di trovare alcun riscontro di un gesto doloso. Eppure lui è sicuro che sia andata così.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme nel tunnel distruggono la sua baracca, lui è sicuro: "Gesto di intolleranza"

TorinoToday è in caricamento