Ennesimo incendio al campo nomadi: è scaturito da un cumulo di rifiuti

Da anni i roghi tossici esasperano i residenti

Foto di repertorio

Nella tarda mattinata di oggi, sabato 24 agosto, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Germagnano a Torino per spegnere un incendio al campo nomadi. Il fumo si vedeva a distanza ma in pochi minuti il rogo, sprigionato da un cumulo di rifiuti, è stato spento. L'ennesimo incendio - l'ultimo una settimana fa - che non mancherà di scatenare nuovamente la rabbia dei residenti, costretti da anni a respirare i fumi tossici e a convivere con una situazione che ormai non è più tollerabile.

"Incendio o ennesimo rogo tossico al campo di via Germagnano? - aveva sbottato, domenica scorsa, Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega in Comune - È necessario capire cosa sia successo e nel caso si sia trattato di uno delle decine di roghi di materiale presente nel campo bisognerà trovare il modo di spiegare una volta per tutte che la convivenza tra fumi tossici e famiglie del quartiere non è possibile. Chi pensa di usare un’area pubblica come ‘termovalorizzatore’ privato ha sbagliato tutto e dovrà desistere definitamente. La pazienza dei cittadini ha un limite - ha concluso - e non si possono trascurare i rischi per la salute di tutti". 

Lo sgombero del campo rom di via Germagnano - nell'ambito del progetto "campi nomadi" dell'amministrazione torinese che punta al loro totale superamento - a maggio era a metà del suo percorso. Se prima i suoi abitanti erano in tutto 105, oggi dovrebbero essere rimasti una cinquantina. Nonostante però l'intervento dei mesi scorsi dell'Amiat per rimuovere le cataste di rifiuti accumulate nel tempo, il problema dei roghi tossici resta. 
E i cittadini sono al limite della sopportazione.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento