rotate-mobile
Cronaca Ala di Stura

A fuoco la cabina di controllo della seggiovia: il rogo è doloso

Impianto è chiuso

A fuoco nella mattinata di oggi, lunedì 2 settembre 2019, la cabina di controllo della seggiovia di Ala di Stura.

L'incendio ha interessato alcune apparecchiature elettriche. L'impianto, che era già fermo in attesa della riapertura il prossimo inverno, non può comunque funzionare. La biglietteria è andata distrutta.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco volontari di Lanzo Torinese e anche una squadra da Torino.

Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri. Si propende per cause dolose, come ha confermato anche una perizia eseguita dagli stessi vigili del fuoco. L'area è stata posta sotto sequestro.

La dichiarazione del sindaco di Ala di Stura Mauro Garbano

 Ala di Stura ha subito questa notte un danno gravissimo. Il cuore della cabina di comando della seggiovia ha preso fuoco, senza lasciare spazio ad alcuna risoluzione che non fosse cenere, e la nostra profonda tristezza. Sono quarant’anni di vita del nostro sci, della nostra vita turistica di comunità montana. La seggiovia che porta agli impianti dove in tanti lavoriamo e su cui puntiamo. Tutto in cenere. Tutto da fare ripartire assolutamente. Continuano a passare davanti ai muri bruciati i nostri concittadini, è un grande dolore e in questo momento siamo troppo confusi per immaginare come ripartire. Noi che siamo scesi subito, avvertiti da un amico che correva lungo il fiume, ci siamo ritrovati la cabina in fiamme. Già erano stati chiamati i Vigili del Fuoco, e sono poi arrivati subito i carabinieri. La sala comandi, ovviamente a norma, era priva di corrente, essendo anche fuori stagione, da più di quattro mesi. Le cause saranno da accertare e siamo a disposizione per le indagini. Ci siamo commossi tutti, come se bruciasse una parte di noi.

Ala di Stura incendio seggiovia 2 settembre 2019

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fuoco la cabina di controllo della seggiovia: il rogo è doloso

TorinoToday è in caricamento