Danno fuoco alla baracca dove è ai domiciliari: scappa da un amico e viene arrestato

Dopo due settimane

immagine di repertorio

Un 34enne italiano di Mazzé è stato scovato dai carabinieri in un appartamento di via Lorenzo Bruno a Torino. Avrebbe infatti dovuto trovarsi agli arresti domiciliari e per questa ragione è stato portato in carcere a Ivrea a fine aprile 2018.

L'uomo era ospitato da un amico. Dell'uomo si erano perse le tracce dopo che, la notte del 18 aprile, in frazione Casale (via Rondissone 221), la baracca di sua proprietà che lui utilizzava come abitazione era stata distrutta da un incendio, divampato probabilmente per cause dolose.

A dare l'allarme era stata una donna che dormiva in una roulotte poco distante. Quella notte i vigili del fuoco avevano salvato anche un asinello che si trovava all’interno della proprietà, in un recinto all'aperto vicino alla struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento