Incendio nel parcheggio del supermercato: distrutte cinque auto

Erano dei dipendenti

Le auto dopo l'intervento dei vigili del fuoco

Un incendio divampato nel parcheggio al piano superiore del centro commerciale Bennet di via Romana a Castellamonte nella mattinata di oggi, giovedì 5 ottobre 2017, ha distrutto cinque auto.

Sono andate distrutte due Fiat Panda, una Kia Picanto, una Fiat 500L e una Fiat Idea prima che le fiamme fossero spente dai vigili del fuoco di Castellamonte e Ivrea.

Sull'accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri, che hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza del supermercato. Le vetture erano di proprietà di dipendenti dell'esercizio commerciale, arrivati ad aprire. Nessuna ipotesi è esclusa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento