rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca Via Perosi

Via Perosi, la riqualificazione passa dal campetto per i giovani

Lunedì ci sarà "l'inaugurazione simbolica" del campetto di via Perosi. Un'iniziativa che porterà tanti ragazzi a sfidarsi in un torneo davanti alla Presidentessa della sesta Circoscrizione

Lunedì 7 novembre verrà inaugurato il campetto di calcio di via Perosi, in seguito alla ristrutturazione finanziata dalla sesta Circoscrizione dello spazio preesistente. È previsto per le 16.30 il simbolico taglio del nastro con il quale la Presidentessa della Circoscrizione Nadia Conticelli inaugurerà il nuovo campetto. “Un’inaugurazione solo simbolica”, sottolinea Antonella, addetta all’iniziativa dell’associazione Gpl, Uniti per il Quartiere: “Il campo è infatti sempre esistito, ed è tuttora aperto. Ciononostante il nostro intervento è, crediamo, fondamentale nel quadro della riqualificazione della zona, a cui stiamo lavorando da anni nella nostra sede nella chiesa di legno di via Perosi 11”.

L’intervento appena concluso, spiega la signora Antonella, è l’ultimo tassello di un corposo mosaico di interventi a livello microsociale nel quartiere di Barriera di Milano, “che ci ha visti impegnati negli ultimi anni in numerosissime collaborazioni con il Comune di Torino e con la Circoscrizione, oltre che con la Parrocchia della Risurrezione di via Pergolesi, dall’iniziativa Torino, da città a comunità, a Supporto e rete, al progetto Dis-agio”.

Le attenzioni dell’associazione Gpl sono rivolte in particolare a giovani e stranieri, le categorie più marginali in un quadro di aggregazione sociale nel quartiere, che non ricevono solo spazi da vivere, ma anche assistenza, e vengono attivamente coinvolti nelle iniziative in atto. È per questo che il main event della piccola cerimonia di lunedì sarà un torneo di calcetto disputato tra i ragazzi del vicinato, a cui tutti sono invitati a partecipare iscrivendosi nella sede di via Perosi.

Via Perosi, il campetto da calcio e il giardinetto



Sempre i ragazzi del quartiere sono stati i protagonisti dei progetti estivi come Esta’Giò 2011 e Pre…Attiva…Mente, studiato per la sensibilizzazione tra i giovani e le loro famiglie ai problemi correlati all’assunzione di droghe. Tutte queste iniziative sono modellate sullo stampo di una realtà comunitaria difficile, caratterizzata, come si legge in un documento pubblicato online, “da un bassissimo grado di imprenditività, da un elevatissimo tasso di disoccupazione involontaria, dalla fortissima presenza di soggetti non qualificati in attesa di entrare sul mercato del lavoro e da una concezione del lavoro stesso come male necessario per sopravvive e non come fonte ineludibile della promozione personale e della realizzazione della propria abilità professionale”. L’obiettivo primario di ogni frammento del puzzle, e della stessa inaugurazione del campo di via Perosi,  è dunque spingere i giovani e i più deboli a sviluppare – tramite il rafforzamento dei legami sociali e della coscienza individuale e collettiva - l’iniziativa necessaria ad affrontare il mondo del lavoro, quello dell’imprenditoria, e la società stessa nei suoi elaborati meccanismi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Perosi, la riqualificazione passa dal campetto per i giovani

TorinoToday è in caricamento